revisione-auto-moto-tagliando-sostituzione-pneumatici-messina

Revisione Auto 2019: tutte le info da Musumeci Service

Scopri tutte le novità sulla Revisione Auto 2019!

Tutte le novità introdotte dalla nuova legge sulla Revisione Auto 2019. Con la direttiva 2014/45 vengono introdotte delle novità che mirano a rendere la pratica di revisione auto il più possibile uniforme tra i Paesi dell’Unione Europea.

Una delle più importanti riguarda la registrazione cronologica del chilometraggio di ogni veicolo, mirando a una maggiore sicurezza per le auto in circolazione nonchè alla limitazione delle truffe nella compravendita.

Al termine di ogni revisione, ACI e Motorizzazione dovranno obbligatoriamente rilasciare al proprietario del veicolo, il “certificato di revisione” nel quale vengono annotati l’esito dei controlli effettuati e dei chilometri effettivi e dunque certifica l’avvenuta revisione del mezzo. Tutti questi dati saranno registrati sul Portale dell’automobilista. Infatti, a partire dal 31 marzo 2019, i centri di revisione, devono comunicare per via elettronica al Ministero dei Trasporti (Motorizzazione), i dati contenuti in ciascun certificato di revisione rilasciato dallo stesso centro. I dati del nuovo certificato di Revisione auto sono:

• Numero di identificazione del veicolo;
• Targa del veicolo e simbolo dello Stato di immatricolazione;
• Luogo e data di revisione;
• Lettura del contachilometri al momento del controllo;
• Categoria del veicolo;
• Carenze individuate e livello di gravità;
• Risultato del controllo tecnico;
• Data del successivo controllo tecnico o scadenza del certificato di revisione;
• Dati identificativi dell’ispettore responsabile del controllo.

Scadenza revisione auto: ogni quanto e sanzioni.

La revisione auto in Italia viene effettuata ogni due anni, salvo si tratti di auto nuova, caso in cui la prima revisione si deve eseguire al quarto anno. La revisione è una procedura obbligatoria per legge e non effettuarla espone a sanzioni anche importanti. In caso di mancata revisione la multa va dai 170 fino ai 680 euro circa, oltre all’applicazione di un tagliando sul libretto di circolazione con la dicitura “sospeso”. Questo significa che l’auto non potrà più circolare fino all’avvenuta revisione. Se ad un nuovo controllo, il veicolo risulta ancora sospeso, vi è una multa di importo compreso tra i 1950 e gli 8.000 euro circa, oltre al fermo amministrativo del veicolo per i 90 giorni successivi.
L’unico caso in cui si può circolare con la revisione scaduta è esclusivamente nel giorno in cui è stato prenotato l’intervento presso la Motorizzazione Civile o presso un’officina autorizzata e solo per portare l’automobile ad essere revisionata.